Risanamento termico

Il suolo contaminato viene bonificato nell'impianto di risanamento termico (TRP) di ATM. Il cuore dell’impianto è il forno con tamburo rotante, lungo più di 50 m e con un diametro di 5 m Sui due lati del forno sono collocati i riscaldatori a olio, che generano temperature elevate all'interno del tamburo. L'olio recuperato dall'impianto di trattamento dei liquami e il gas combustibile estratto dall'impianto di pirolisi alimentano il forno con tamburo rotante. Grazie alla sinergia tra i due impianti, il riscaldamento del TRP non richiede nuovo combustibile.

Cercate una soluzione per i rifiuti?

Il suolo contaminato viene trasportato mediante nastri convogliatori al tamburo, il cui movimento rotatorio con angolazione discendente assicura che il suolo proceda lentamente fino all'estremità del tamburo. Il suolo viene quindi riscaldato a una temperatura elevata, che provoca la combustione dei contaminanti (organici) come catrame, olio, grasso e benzina e la produzione di gas. Quest'ultimo è successivamente avviato all'impianto di depurazione dei gas di scarico per l'ulteriore trattamento.

Materiali residui

Il suolo bonificato viene trasportato mediante nastro convogliatore, corredato di certificato di prodotto, all'azienda Martens en Van Oord, adiacente al sito ATM, che lo utilizza in diversi progetti, tra cui la costruzione di strade: il non plus ultra dell'applicazione sostenibile! Il nastro convogliatore, inoltre, riduce al minimo le operazioni di movimentazione tra le due aziende.